, , , ,

Rogo nel capannone occupato, un morto all'Osmannoro

Un incendio divampato ieri sera nel capannone ex Aiazzone all’Osmannoro, occupato dal dicembre 2014, è costato la vita ad una delle persone che vi trovavano rifugfio. La vittima è Ali Muse, somalo, 44 anni, uno dei circa 80 che abitavano nella struttura fatiscente. Altri due sono rimasti feriti ma non sarebbero in pericolo di vita. Da quanto riferisce un testimone, Ali Muse era riuscito a mettersi in salvo ma sarebbe rientrato nel capannone in fiamme per mettere in salvo i documenti necessari al ricongiungimento con i suoi familiari. A seguito del rogo, gli occupanti sfollati sono stati riparati in due tendoni, ma adesso il comune di Sesto con i comuni vicini e la protezione civile della Metrocittà stannmo cercando una soluzione più confortevole. Intanto però è esplosa la rabbia degli occupanti scampati alle fiamme: nella tarda mattinata una cinquantina di loro, assieme ad esponenti del Movimento di lotta per la casa, hanno manifestato davanti alla prefettura, srotolando uno striscione con la scritta “Ali morto per colpa dello Stato”. Ci sono stati momenti di tensione quando i manifestanti hanno iniziato a spingere il portone d’ingresso di palazzo Medici Riccardi: le forze dell’ordine sono intervenute e si sono frapposte tra l’entrata e la folla. Poi i manifestanti si sono spostati in Palazzo Strozzi e sono riusciti a salire le scale, ma sono stati fermati prima che riuscissero a fare irruzione alla mostra di Ai Weiwei.
Nel frattempo la procura ha aperto un fascicolo per omicidio colposo e incendio colposo. Si ipotizza che il rogo sia stato provocato da cause accidentali. Serena Leoni, della ong “Medici per i diritti umani”, ha riferito che all’interno del capannone andato in fiamme c’erano allacci elettrici di fortuna, dopo che un anno fa le forze dell’ordine avevano staccato il collegamento abusivo alla corrente. Sempre secondo Leoni, nella struttura trovavano rifugio tra le 70 e le 150 persone – in maggioranza Somali ed Eritrei – a seconda dei periodi.
Un episodio di grande tensione si era verificato anche la scorsa primavera, quando gli occupanti avevano preso a sassate una delegazione di Forza Italia accompagnata dalle forze dell’ordine.

Lascia un commento