, ,

Alluvione a Livorno, si cercano i dispersi

Operazioni riprese all’alba. Il bilancio è di sei vittime

Sono riprese all’alba le ricerche delle due persone che ancora risultano disperse dopo il violentissimo nubifragio che si è abbattuto su Livorno nella notte tra sabato e domenica. Si tratta di una donna, di 34 anni, residente in via Garzella, e di un uomo in via Sant’Alò. Sei i morti accertati: due anziani, Raimondo Frattali e Roberto Vestuti, in via della Fontanella e in via Sant’Alò, e la famiglia travolta dal fango in via Rodocanecchi, dove hanno perso la vita i coniugi Simone Ramacciotti e Glenda Garzelli, il loro bimbo di 4 anni, Filippo, e il nonno Roberto. Simone e Roberto sono riusciti a mettere in salvo l’altra figlia della coppia, Camilla, tre anni, ma poi hanno perso la vita nel tentativo di salvare anche il fratellino.
Oltre alle ricerche dei dispersi, stamani le operazioni mirano a liberare dal fango strade e case.
Intanto è polemica sull’allerta prima del disastro: era arancione ma non rossa. Per il governatore Rossi la differenza sta solo nell’ampiezza e non nella gravità del fenomeno previsto. “Arancione o rosso a casa mia sono due cose differenti”, taglia corto il sindaco di Livorno Nogarin.

Lascia un commento