,

Obbligo vaccini a scuola, a Firenze niente scartoffie

La vicesindaca Giachi: “Le famiglie non devono presentare documenti entro il 12/09”

Niente corsa dei genitori per compilare documenti sulla vaccinazione dei figli e consegnarli entro il 12 settembre alle scuole, pena l’esclusione (per nidi e materne) o la multa (per elementari e medie): lo ha detto la vicesindaca di Firenze Cristina Giachi dopo l’incontro di ieri con Anci, Asl e Ufficio scolastico regionale. “I registri degli iscritti verranno trasmessi dalle scuole alle Asl – ha spiegato la vicesindaca Giachi – e in seguito al controllo effettuato dalle Asl, alle famiglie che risulteranno irregolari verrà chiesto di sottoscrivere un’autocertificazione. Ma fino a che la richiesta non arriverà dalla Asl o dalla scuola i genitori non dovranno fare niente”. Pericolo scartoffie scongiurato? Sì, ma con un’incognita che chiarisce la stessa Giachi: “Resta la possibilità che i dirigenti scolastici o i singoli enti locali decidano di non avvalersi dell’accordo semplificatorio. In questo caso, è loro la responsabilità di chiedere alle famiglie la certificazione e quindi l’adempimento della legge che prevede la procedura non semplificata, ovvero la presentazione di certificazioni e autocertificazione entro l’inizio della scuola. Questo dipenderà dalla singola scuola. L’ufficio scolastico regionale e l’Anci consigliano a tutti i Comuni l’adesione all’accordo di semplificazione delle procedure, a cui ha aderito il comune di Firenze”.

Lascia un commento