, ,

Mobike, in arrivo altre bici (e le sanzioni per chi sgarra)

Gli utenti che parcheggiano male pagheranno di più il noleggio

Le bici hanno già superato quota 2mila e crescono ancora (possono arrivare fino ad 8mila): il bike sharing fiorentino è indiscutibilmente un successo di numeri che ha travalicato anche i confini comunali. Proprio stamani i furgoni scaricavano i mezzi a pedali arancio-argento a Bagno a Ripoli, comune che come Scandicci ha autorizzato formalmente il servizio di Mobike. Eppure c’è il problema del parcheggio selvaggio nei luoghi dove non si può: in mezzo ad un marciapiede, in strada, sugli scivoli per disabili, fino al caso limite della bici adagiata sul letto del Mugnone. Adesso il colosso cinese del bike sharing, sollecitato da Palazzo Vecchio, corre ai ripari: chi sgarra, pagherà. Come? Il vigile urbano che trova la bici in infrazione farà partire una segnalazione a Mobike, che risalirà all’ultimo utente responsabile del parcheggio clandestino. Il ciclista in fallo vedrà decurtato il suo tesoretto di cento punti, a colpi di venti punti per volta. Sotto una certa soglia, il noleggio diventerà più caro rispetto ai canonici 30 centesimi alla mezzora (che diventeranno comunque 50 a fine mese). Se l’utente persevererà nell’errore, si potrà arrivare a chiudergli l’account.

Lascia un commento