, ,

Tram e cantieri, i negozi dello Statuto che non ce l’hanno fatta

Il reportage di Armando Colotta. Le voci dei commercianti su presente e futuro della strada

Sono sei i negozi che sono spariti da via dello Statuto in tre anni di cantieri: una cartoleria, un pizzicagnolo, un fioraio, un’edicola, una bigiotteria e una rivendita di apparecchi acustici. E’ questo il bilancio che emerge dal reportage di Armando Colotta da una delle strade “simbolo” dei lavori tramviari. Altre tre attività hanno traslocato (per quanto il trippaio lo abbia fatto più per problemi di sicurezza) mentre una quarta ha preferito affittare il fondo di proprietà. E per il futuro, ora che la fine dei cantieri si avvicina? L’avvento della linea 3 non rincuora tutti i commercianti, preoccupati per i cambiamenti nei flussi di veicoli privati. Ma intanto il prezzo del mattone allo Statuto torna a salire, e per gli addetti al settore si avverte proprio un “effetto tram”. Guarda e ascolta dal gr del mattino.

Lascia un commento