, ,

Di Chiara: “Simeone non può fare reparto da solo. Sul prossimo mercato..”

Alberto Di Chiara, ex calciatore viola dal 1986 al 1991, è intervenuto nel corso del Radio Viola odierno sulle questioni di casa Fiorentina. Queste le sue considerazioni:

Sulla vittoria contro il Chievo:

“La partita è stata abbastanza soporifera. Non ci sono stati spunti, non ci sono state giocate, ma a questo ci ha u po’ abituato la Fiorentina e il campionato italiano in generale. Non mi sono sorpreso della Fiorentina, la squadra non essendo in gioco su niente, è difficile trovare stimoli, soprattutto in uno stadio semivuoto e con il Chievo come avversario. Mi sorprenderei quindi una partita a ritmi elevatissimi. D’altronde si è provato uno schema nuovo,con due punte, anche se era la prima volta che giocavano insieme, anche se la Fiorentina davanti vive più sul furore agonistico di Chiesa. Nonostante tutto ciò, la Fiorentina ha ottenuto i tre punti e la vittoria.”

Sulla carenza dell’attacco viola:

“Purtroppo Simeone non è un attaccante che può fare reparto da solo, e questo è un grande problema. Purtroppo non ci sono molte alternative, Thereau ormai sembra sparito completamente dai radar, non ha più la brillantezza che abbiamo visto a inizio stagione. Simeone è molto generoso ma non ha quella lucidità di un cecchino in area di rigore, cosa che invece molte altre squadre in Serie A hanno.”

Sul mercato viola della prossima stagione:

“Tutto dipende se si continuerà a fare l’autofinanziamento. In questo momento, se vuoi puntare all’Europa, ci sono 4-5 giocatori all’altezza. Inoltre ci sono molte incognite, come Sportiello, come Badelj. Quindi devi fare una campagna acquisti importante, e lo si fa soltanto se c’è liquidità, e in questo momento la mia paura è che l’unico giocatore che ti può garantire 50-60 milioni, è Chiesa.”

Lascia un commento