, ,

(VIDEO) L’abbraccio del Franchi a Davide, nel segno del suo ’13’

Il racconto di un’ennesima giornata emozionante e commovente.

Un’altra giornata da brivido, dignità e amore sconfinato per il suo capitano, Davide Astori. E’ quella che oggi ha regalato Firenze in occasione della “partita non partita” contro il Benevento.
35.000 i tifosi che hanno voluto tributare un saluto speciale al numero 13 viola, scomparso a Udine una settimana fa.
La Fiorentina scende in campo per il riscaldamento con indosso la maglia di Davide e tutto lo stadio applaude incessantemente la squadra viola. Poi, alle 12:30, l’ingresso in campo delle squadre con la sciarpata old style da brividi della Fiesole. Risuona l’inno di Narciso Parigi e poi spazio ai più di 2 minuti di silenzio in ricordo del Capitano. Oltre 120 secondi interminabili, profondi, intensi, senza che volasse una mosca. Al fischio dell’arbitro un prolungato applauso e migliaia di palloncini bianchi e viola che dal parterre di Tribuna, Maratona e Ferrovia sono stati rilasciati in aria.
La partita comincia, la Fiorentina attacca con Simeone in tre occasioni; la voglia dell’argentino è tanta, ma non riesce a trovare la rete e si dispera. Al minuto 13 Pezzella mette fuori il pallone. E’ il segnale preannunciato per lo stop temporaneo del match. Parte un applauso del Franchi e in contemporanea la Fiesole inizia la sua coreografia. Migliaia di bandierine viola, bianche e rosse vanno a comporre la scritta “Davide 13“. I giocatori si fermano e si voltano ad ammirare il saluto della curva al Capitano. Le bandierine iniziano a sventolare e parte il coro: “Un capitano, c’è solo un capitano. Davide Astori”. Dopo poco più di un minuto la gara riprende. Sono le ore 13, il 25′ minuto, quando, da un angolo battuto da Saponara, Hugo si alza in cielo e segna di testa il gol dell’1-0 che deciderà la partita. La squadra si unisce in un unico abbraccio, poi il brasiliano si avvicina alla panchina viola, raccoglie e mostra una maglia con l’immagine di Davide. Mano destra sulla fronte, come sull’attenti, saluta così il Capitano.
Fa effetto pensare che alle ore 13 sia stato proprio Vitor Hugo, sostituto di Astori, a segnare andando in cielo il gol decisivo con la maglia numero 31 (13, a numeri invertiti). 31, come gli anni del Capitano. Vitor, cioè Vittorio, maschile di Vittoria, la figlia di Astori. Quella di oggi era la 13esima presenza stagionale del brasiliano, 13esimo marcatore stagionale.
Davide oggi non era lassù, ma tra noi al Franchi.
Ciao, Capitano.

Fiorentina in campo per il riscaldamento con la maglia 13

VIDEO – In queste immagini vi riproponiamo l'entrata in campo della Fiorentina per il riscaldamento. Tutto lo staff e i giocatori con la maglia 13 di Davide Astori.

Publié par Lady Radio sur dimanche 11 mars 2018

I 120 secondi di silenzio assordante del Franchi in ricordo di Davide

Alla fine di questa giornata, tra i momenti indelebili che ci resteranno impressi nella mente i 120 secondi di silenzio assordante prima del fischio d'inizio. Ciao Davide… #DA13

Publié par Lady Radio sur dimanche 11 mars 2018

La Fiesole saluta Davide Astori

VIDEO – Minuto 13 di Fiorentina-Benevento: il saluto della Fiesole al Capitano Davide Astori #DA13. Le squadre interrompono il gioco e si fermano ad applaudire.

Publié par Lady Radio sur dimanche 11 mars 2018

A fine partita tutta la squadra sotto la Curva per una vittoria da dedicare a Astori.

Publié par Lady Radio sur dimanche 11 mars 2018

Lascia un commento