, ,

Collovati: “Devo ricredermi sulla Fiorentina. I pochi gol subiti frutto del lavoro di squadra”

Fulvio Collovati, ex calciatore e opinionista televisivo, ha parlato ai microfoni di Radio Viola in onda su Lady Radio:

Fiorentina? 5 vittorie dopo la scomparsa di Astori non me le aspettavo sinceramente: nella tragedia umana la squadra si è unita, si è aggregata e ha trovato la forza di reagire. E’ entrato in gioco il fattore psicologico: alla fine anche nel calcio è quello che conta; la reazione emotiva ha portato i risultati che la Fiorentina fino ad adesso ha raccolto”

Fiorentina di Pioli? E’ la dimostrazione che se la Fiorentina aveva un periodo di crisi, era una crisi di risultati, di gioco e soprattutto a livello individuale: la squadra che era stata costruita non era così male, anche se era una squadra di giovani con alcuni elementi anche abbastanza sconosciuti. Le 6 vittorie consecutive provano il fatto che le critiche probabilmente erano eccessive”.

Difesa? Secondo me i difensori della Viola forse sono più bravi di quello che si potesse pensare, ma allo stesso tempo la Fiorentina adesso è una squadra più corta e questo può aiutare in generale la fase di copertura: prima probabilmente la Viola di Pioli era una squadra più lunga. Diciamo che il sostegno a livello difensivo si vede anche da parte degli stessi centrocampisti”.

Milenkovic? Non lo conosco molto, ma in generale serve tempo per valutare giocatori giovani in rampa di lancio”

Difesa a uomo? Credo dipenda da chi è l’allenatore, personalmente in area di rigore difenderei a uomo: a mio parere difendere a zona sui piazzati non è ammissibile in alcune circostanze”

Lascia un commento