, ,

Massacrato per un telefono, fermati quattro 17enni ospiti di un centro per minori

Sono accusati di aver picchiato e derubato un 21enne in Oltrarno

Sarebbero quattro diciassettenni i responsabili dell’aggressione avvenuta lo scorso 8 aprile a Firenze in via del Leone, quando un giovane di 21 anni fu picchiato e derubato. I carabinieri hanno sottoposto a fermo di indiziato i quattro ragazzi, che sono di origine albanese e sono tutti ospiti a Calenzano di un centro per minori non accompagnati, cioè una struttura che accoglie ragazzi che arrivano in Italia senza i genitori.
L’8 aprile il 21enne originario del grossetano era stato aggredito alla spalle e riempito di botte, tranto da fratturargli l’orbita occipitale, questo per portargli via il cellulare dal valore di 500 euro. Dopo la rapina, i quattro erano fuggiti attraverso alcune stradine fino all’altezza del ponte Vespucci e poi sul lungarno Santa Rosa. La vittima non aveva saputo decrivere gli aggressori, così i carabinieri hanno iniziato le indagini da alcune testimonianze e soprattutto dalle immagini della videosorveglianza: i fotogrammi avevano effettivamente immortalato i quattro, le loro sembianze e il loro abbigliamento. E pure il look: due dei ragazzi avevano un taglio di capelli particolarmente ricercato, di quelli che si fanno solo in alcuni negozi di parrucchiere a Firenze, così i carabinieri hanno iniziato a tenere d’occhio questi saloni. Proprio in uno di questi, ieri sera, è comparso un ragazzo con le sembianze dei fotogrammi della rapina e della fuga. Portato al comando di piazza Pitti, il ragazzo avrebbe ammesso le sue responsabilità. Dall’acquisizione dei tabulati telefonici è stato poi facile risalire agli altri tre complici ospiti di un centro di accoglienza per minori non accompagnati: nei loro armadi avevano anche i vestiti indossati il giorno della rapina. Due dei quattro fermati hanno già precedenti per reati contro il patrimonio. Recuperato infine anche lo smartphone, che era stato venduto per 40 euro ad un marocchino che è stato denunciato per incauto acquisto.

Lascia un commento