, ,

Assume i parenti a scuola, condannata una dirigente

Un anno di pena per una donna di 61 anni che ha lavorato in due scuole superiori di Firenze

La nipote assunta come assistente amministrativo a tempo determinato, due supplenze come collaboratori scolastici per il nipote e la cognata, un contratto a termine per il marito di un’amica: sono i fatti risalenti dal periodo 2011-2013 che sono costati una condanna per abuso d’ufficio ad una donna di 61 anni, direttrice dei servizi amministrativi in due istituti superiori di Firenze. Secondo quanto ricostruito, avrebbe approfittato del suo ruolo per procurare lavoro ai suoi parenti ignorando le graduatorie predisposte. Alla dirigente il tribunale di Firenze ha inflitto una pena (sospesa) di un anno di reclusione e un anno di interdizione dai pubblici uffici.