, ,

Il capo del Poderaccio: “Chiedo scusa per la morte di Duccio”

Dzevat Rufat: “Se possibile parteciperò ai funerali del ragazzo”

E’ arrivato ieri dalla Macedonia Dzevat Rufat, guida spirituale del Poderaccio, rientrato precipitosamente dopo i fatti di via Canova costati la vita al 29enne Duccio Dini. “Mi dispiace per questo ragazzo e chiedo scusa, condanno i responsabili della sua morte”, ha detto in un’intervista alla nostra redazione. Rufat non ha avuto ancora il tempo di contattare i familiari di Duccio Dini. “Se possibile e se vogliono presenzierò ai funerali per portare le mie condoglianze e per fare una preghiera per questo ragazzo”.
Ascolta l’intervista.