, ,

Capannoni-alveare, 35 operai a nero tra Campi e Signa

La Guardia di Finanza controlla sette aziende: tutte irregolari

Sette su sette: le aziende controllate dalla guardia di finanza nella zona di Sant’Angelo a Lecore, tra Campi e Signa, sono tutte fuori regola. Le ditte, ospitate in cinque cappannoni-alveare fatiscenti, impiegavano 53 addetti non in regola su 62 impiegati, tutti di origine cinese o pachistana. Di questi 35 erano completamente “a nero” e 23 non in regola col permesso di soggiorno. Lavoravano in condizioni di particolare degrado, in ambienti privi di qualsiasi requisito di sicurezza, con cucine all’interno dei bagni. Alla fine del blitz delle Fiamme Gialle, condotto con Asl e Ispettorato territoriale del lavoro, per 6 ditte su 7 è stata disposta la sospensione dell’attività. Le sanzioni amministrative comminate ammontano a circa 250mila euro. La finanza sta tuttora effettuando verifiche per ricostruire i rapporti commerciali delle ditte, terzisti nel campo dell’abbigliamento e della pelletteria, che producevano per aziende italiane.