, ,

Negozi, boom di aperture lungo la linea 1

Il tram ha fatto bene al commercio: botteghe cresciute di oltre il 10%

La tramvia ha fatto bene al commercio: lo dicono i dati diffusi dall’ufficio statistica del comune di Firenze. L’area vicina al tracciato della linea 1 è la più dinamica di tutta la città. Dal 2005 (prima dell’inizio dei cantieri) al 2017 il numero di botteghe è cresciuto del 10,5% sulla parte fiorentina del tracciato (contro un +7,8% in città) e dell’11,5% su quella scandiccese, un dato che quindi non è legato ad un “rimbalzo” dopo le chiusure dovute agli anni di lavori e modifiche alla viabilità. Considerando gli ultimi quattro anni, dal 2013 al 2017, l’area fiorentina interessata dalla tramvia risulta la più dinamica con una crescita di botteghe del 4,2% contro il +2,1% dell’intero comune e il +1,6% del Comune di Scandicci, mentre alzando la scala territoriale si registrano solo diminuzioni: -1,3% per la Città metropolitana, -2,4% per la Regione Toscana e -2,1% per l’intero territorio nazionale. Il settore del commercio al dettaglio più dinamico è stato quello dei negozi di telefonia e di informatica cresciuti nell’area tramvia del 114,3% dal 2005 al 2017, ma anche categorie più “tradizionali” registrano crescite interessanti: negozi alimentari non specializzati +49%, negozi alimentari specializzati e tabacchi +25,3%, ambulanti +73,9%. “Un’altra conferma dell’importanza delle infrastrutture per la vitalità del commercio – ha detto l’assessore allo Sviluppo economico Cecilia Del Re – Dati molto positivi sulla linea 1, che ha visto in questi anni un’impennata delle aperture lungo il percorso Scandicci–Santa Maria Novella e che fanno ben sperare anche per il commercio lungo le nuove linee 2 e 3”.