, ,

Il canile di Sesto sarà dismesso entro la fine del 2019

Il Comune ha ricevuto e accettato il piano presentato dai gestori

Accordo raggiunto tra il comune di Sesto Fiorentino e la onlus Unione Amici del Cane e del Gatto: l’amministrazione del sindaco Lorenzo Falchi ha ricevuto e accettato il piano di dismissione graduale presentato dai gestori del canile, che dev’essere sgomberato in quanto abusivo per effetto di una sentenza del Consiglio di Stato. “Come richiesto dall’Amministrazione – si legge in una nota del Comune – l’associazione ha provveduto ad integrare il piano di dismissione presentato nelle scorse settimane includendo tra gli interventi anche quelli riguardanti il ‘primo settore’, la parte più vicina al cancello d’ingresso.
L’area sarà liberata e ripristinata secondo una serie di scadenze mensili che porteranno alla dismissione del ‘secondo settore’ entro il 30 maggio 2019, mentre il ‘primo settore’ sarà libero entro il 31 dicembre 2019”.
L’amministrazione condiziona il suo sì al rispetto tassativo di scadenze e modalità operative, “a garanzia del benessere degli animali presenti e del rispetto della legge che impone l’esecuzione delle ordinanze”. La onlus, spiega la nota, si è impegnata a non introdurre nuovi animali e a non erigere abusivamente nuove strutture; lo stesso gestore dovrà provvedere alla pulizia dell’area e allo smaltimento dei rifiuti. L’accordo arriva dopo una prima azione di sgombero con prelievo di alcuni cani che a luglio si era svolta in un clima di grossa tensione.