, ,

Rolando Scarpellini resta in carcere

Il tribunale del riesame ha respinto la richiesta del suo avvocato

Rimarrà a Sollicciano Rolando Scarpellini, l’artigiano ed ex calciante fiorentino che lo scorso 29 agosto ha minacciato la compagna e picchiato una sua collega al bar di piazza dell’Isolotto e poi ha esploso alcuni colpi di pistola mentre la polizia gli dava la caccia per le strade del quartiere. Il tribunale del riesame ha rigettato l’istanza di scarcerazione avanzata dai difensori. Scarpellini, dopo un pomeriggio e una notte di fuga, si consegnò agli agenti che lo arrestarono. Deve rispondere di minacce aggravate, porto e detenzione abusiva di armi e ricettazione di una delle due pistole che erano in suo possesso, una semiautomatica calibro 45 che fu rubata nel 2013 a Montespertoli e che avrebbe acquistato in un campo nomadi di Firenze.