, ,

Variante di Grassina, “Entro tre mesi ripartiranno i lavori”

Il sindaco Casini: “L’opera si farà. E tramvia a Bagno a Ripoli nel 2023”

“La variante si farà, perché è un’opera strategica. L’obiettivo di ripartenza dei lavori è nel giro di tre mesi”. Così il sindaco di Bagno a Ripoli Francesco Casini, ospite stamani a Lady Radio, ha parlato del bypass che dovrebbe liberare l’abitato di Grassina dalla morsa quotidiana del traffico. Un cantiere sciagurato, che in 16 mesi ha fatto registrare solo un 4% di avanzamento nei lavori contro un 39% previsto. Così la Città Metropolitana in estate ha risolto il contratto con la ditta in appalto, che dal canto suo ha accusato l’ente di non averla messa in grado di lavorare per una serie di interferenze tra il progetto e i sottoservizi. Di fatto adesso la Metrocittà sta riassegnando i lavori, sempre nell’ambito della stessa gara che aveva visto vincitrice l’azienda poi estromessa. Casini si sbilancia anche sul fronte tramvia, convinto che il braccio fino a Bagno a Ripoli possa partire anche prima del prolungamento della linea 2 verso il Polo Scientifico di Sesto (e forse assorbire le risorse finanziarie destinate a quel tratto). “L’obiettivo reale è il 2023, con avvio dei cantieri nel 2020 o 2021 al massimo, due anni per i lavori bastano”.

ASCOLTA E GUARDA DAL GR DEL MATTINO