, ,

Corsi: “Fiorentina ok con i giovani. Chiesa straordinario, Gomez fu una pagliacciata”

Fabrizio Corsi, presidente dell’Empoli, è intervenuto ai microfoni di Lady Radio sui temi del momento. Queste le sue parole:

Sull’Empoli:

“C’è un po’ di rammarico perché ci manca qualche punto. Abbiamo grande fiducia, la squadra tiene bene il campo ma concretizza poco. Siamo stati anche sfortunati, abbiamo colpito otto legni, ma nonostante ciò non possiamo appellarci alla fortuna. Dobbiamo lavorare per acquisire uno spirito da battaglia, perché il campionato ha bisogno anche di quello.”

Sui migliori giocatori dell’Empoli:

“Credo che oggi come oggi Di Lorenzo e Rasmussen, sono giocatori che nel breve termine possano giocare in squadre importanti. Rasmussen è un 97′, per necessità sta facendo il centrocampista centrale, ma lo vedo meglio nel suo ruolo da difensore. Di Lorenzo penso abbia valori superiori a quelli di Hysaj. Gli altri giocatori sono in una fase dove devono completarsi, mi riferisco a giocatori come Bennacer e Zajc.”

Sulla Fiorentina:

“La Fiorentina la vedo benissimo a dispetto di come la vedono molti fiorentini. Approvo la scelta di indirizzarsi su giocatori giovani, penso stiano lavorando bene. Può capitare di perdere qualche partita. I risultati della difesa mi fanno piacere, e penso sia tutto merito dell’allenatore. Quando vedo Chiesa, che negli allievi non giocava e adesso è uno dei migliori talenti, mi rimpie di piacere, da appassionato da calcio. L’unica cosa che rimprovero alla società fu la presentazione di Mario Gomez, che poi quando andò via fu una gioia per tutti, fu un po’ una pagliacciata.”

Come lavora l’Empoli sui settori giovanili:

“Negli ultimi anni abbiamo un po’ trascurato l’affiliazione con le scuole calcio. La Fiorentina invece mi risulta che stia facendo un ottimo lavoro sotto questo punto di vista.”

Sulla Nazionale:

“Penso che l’Under 19 e l’Under 17 stia facendo bene, e sono valutazioni tecniche confortanti. Il materiale tecnico purtroppo non è straordinario. Belotti e Immobile son giocatori da 20 milioni poi portati a livello internazionale rendono di meno. Bernardeschi e Chiesa sono dei talenti straordinari, soprattutto Federico è un giocatore che fra qualche anno giocherà in una squadra come il MAnchester City.”