, ,

Pioli: “Vogliamo tornare a vincere. Pjaca sta tornando in forma e va aspettato. Chiesa centravanti…”

Le parole del tecnico viola alla vigilia della gara contro il Frosinone

Il tecnico della Fiorentina Stefano Pioli ha parlato in conferenza stampa alla vigilia della trasferta di Frosinone.
Il Frosinone ha sofferto inizialmente il salto di categoria, poi ha trovato compattezza ed equilibri migliori. Troveremo una squadra motivata e pronta. La vittoria manca, siamo ambiziosi e vogliamo tornare a vincere
I gol che non arrivano dalla panchina? Non è un buon dato, possiamo fare meglio. E’ importante non sbagliare gli 11 iniziali, ma anche i cambi sono fondamentali
Pjaca? Va aspettato, è un giocatore di qualità: l’ho visto bene in settimana, sta tornando a buoni livelli fisici. Ci aspettiamo molto da lui, così come lui da se stesso.
Chiesa centravanti è un’idea? E’ un attaccante esterno che può e deve accentrarsi. L’azione in cui non siamo riusciti a segnare il 2-0 con la Roma è la sua preferita. Lui è più portato ad accentrarsi per andare alla conclusione se sta a sinistra, invece da destra preferisce crossare. In quell’azione non essere nemmeno riusciti a tirare in porta è un nostro sbaglio.
Simeone? Con Giovanni stiamo facendo tutto il necessario. Contro la Roma la prestazione di Giovanni è stata simile a quella dell’anno scorso, quindi positiva. Sabato scorso ha avuto due occasioni, ma il lavoro che ha fatto per la squadra è stato buono. E’ giovane, può diventare un attaccante molto forte.
Sul gruppo: “Sono tutti a disposizione tranne Thereau che non ha ancora recuperato dall’affaticamento muscolare”.
Sulla vicenda del Tas: “Per me la vicenda si è chiusa il 19 luglio, il giorno della sentenza. Ora con la squadra mi preoccupo di provare a riconquistarla sul campo. Chi dice che sono un uomo lasciato solo e che non mi sento con la società non dice la verità. La Fiorentina con me si è sempre comportata con grande trasparenza e sull’argomento mi è stato garantito che è stato fatto tutto il possibile. Non sarebbe cambiato niente se quella famosa mail fosse arrivata in tempo al Tas.
Sul gesto di Mourinho di ieri sera? “Non saprei che dire, perché ci si deve trovare in certe situazioni. Forse quel gesto l’aveva preparato”.