, ,

Giuseppe Rossi: “Sono pronto per giocare, aspetto la chiamata giusta. A Firenze ci verrei a piedi”

Giuseppe Rossi ha parlato ai microfoni di Radio Viola in onda su Lady Radio:

Come sto adesso? Mi tengo sempre in forma allenandomi, aspettando la chiamata giusta per giocare. Adesso mi sento veramente bene, mi sto allenando con i Red Bull qui in America da 4-5 mesi, sono pronto per giocare”.

Momento ‘no’ per la Fiorentina? Tutti passano dei momenti non belli a livello personale e anche a livello collettivo: per noi attaccanti è difficile quando non vedi la palla entrare, l’importante è continuare a lavorare e lavorare per la squadra, non per se stesso; più vai a cercare il gol meno arrivare. E’ importante a livello di testa lasciare andare questo momento: bisogna continuare a fare le cose giuste, poi le cose arrivano. L’importante a livello collettivo poi è che tutti siano sulla stessa lunghezza d’onda: quando le cose vanno male è importante essere gruppo e credere sempre negli obiettivi di inizio anno”

Gol vittoria mio contro il Sassuolo? Mi ricordo bene quella partita, l’abbiamo sbloccata nel secondo tempo con un bel triangolo tra me e Pizarro: quella era una squadra veramente forte, era uno spettacolo. Quell’anno ci siamo veramente divertiti molto”.

La Fiorentina attuale? E’ una squadra che mi diverte molto, è una squadra a cui piace giocare palla a terra e divertirsi: essendo giovani ci sta che questi momenti possano arrivare: credo che siano allenati da una persona bene, che sa di calcio. Credo che come persona sia veramente un grande. Credo sicuramente che i ragazzi di Pioli riusciranno a uscire da questa situazione”.

Io alla Fiorentina adesso? Io a Firenze ci verrei a piedi, in quei 3 anni con la Fiorentina mi sono trovato benissimo, sono veramente legato alla squadra e alla piazza. Seguo tutte le partite e soffro con i tifosi, il mio contributo posso soltanto darlo via Twitter purtroppo”.

Io come un esempio? Io so soltanto lottare quando capitano queste disgrazie, io mi sono sacrificato tanto per riuscire: tutt’ora sono qui che cerco di trovare questa felicità, che quella di giocare e di stare bene”.

Chiesa? Sta crescendo tanto, ha avuto una crescita adatta per la Serie A, corre come un dannato, lotta su ogni pallone: credo che abbia tutto per arrivare a livelli top”.