, ,

Galli: “Buon punto contro il Napoli. Su Lafont..”

Giovanni Galli, opinionista di Lady Radio, è intervenuto oggi nel corso del Radio Viola. Queste le sue considerazioni:

Sul pareggio col Napoli:

“Credo che giustamente, queste sono partite sulla carta molto difficili, soprattutto quando ti mancano giocatori come Pezzella. Credo che Pioli abbia fatto una partita di contenimento. Ha impostato la squadra in maniera coperta, per cercare di non prendere gol, per cercare di ripartire in contropiede. Non ho visto una partita che ha regalato emozioni, dal punto di vista della Fiorentina. E’ stata una partita che non ha avuto continuità di azione, troppo frastagliata. Il Napoli ce lo ha regalato questo punto, per le occasioni da gol sprecate. Ancelotti forse ha sbagliato dei cambi, perché a livello tattico la Fiorentina era un po’ rattoppata, io personalmente avrei messo subito Milik dopo il primo tempo. Il Napoli con delle ambizioni, doveva vincere a Firenze e doveva osare di più. Togli Callejon e fai un tre contro tre a centrocampo, e metto il terzo attaccante. Ho visto un po’ di tensione e mi aspettavo qualcosa di più. Detto questo la Fiorentina ha portato a casa un ottimo punto, perché la partita era molto difficile.

Su Dabo:

“Dabo è un giocatore che come ho già detto, lo ho sempre elogiato, perché in campo ci mette tutto, però ho capito perché Pioli non lo fa giocare. E’ vero che forse giocava in una posizione non sua, ma nel primo tempo ha fatto un paio di disimpegni da mettersi le mani nei capelli.”

Sulla corsa europea della Fiorentina:

“Io ero tra quelli che ho sperato nel mese di gennaio che potesse arrivare quel giocatore per farci fare quel salto di qualità. Ieri ho guardato Bologna-Genoa, e il Genoa, che ha ricambiato squadra come al solito, si è tenuto dei punti di riferimento. Veloso, che è molto lento, è un giocatore che, chi ha visto la partita ieri, sa di cosa si intenda quando dico di avere i tempi, le giocate. Se la Fiorentina se avesse fatto quell’ultimo salto, ovvero prendere un centrocampista centrale vero, la Fiorentina avrebbe potuto alzare l’asticella. Questo perché le partite per esempio come quella con l’Udinese, dove non trovi la profondità, giocatori di questo tipo, che ti creano un palleggio, ti permettono di risolvere certe partite. Se la Fiorentina avesse preso questo tipo di calciatore, avrebbe potuto ambire anche a qualcosa di più importante.”

Su Lafont:

“Ognuno di noi credo che nasca con delle qualità. Lafont ha un grande fisico, una grande reattività e una grande velocità di esecuzione. E’ logico che ha qualche lacuna, ma sono cose sulle quali si può migliorare. Nel secondo tempo c’è stato quel tiro da fuori di Fabian Ruiz, e in quella cirocstanza Lafont si è tuffato a mezza altezza, quindi son segnali che deve ancora lavorare. E’ un ragazzo che ha personalità, che gli scivola tutto di dosso. Vedo una grande presenza in porta. A livello di personalità, Lafont lo vedo superiore a Meret. Lo vedo più rassicurante. La parata più bella che ha fatto è stata quella su Zielinski. Sulle altre diciamo che è stato colpito, ma è stato comunque bravo perché è rimasto concentrato fino alla fine dell’azione.”

Sul gesto di Sarri nel derby di Manchester:

“Non giustifico il fatto di non dare la mano a Guardiola. Posso capire ma non posso comprendere quello che ha fatto Sarri. Non lo giustifico.”