, ,

Studente scava un vano nel libro per portare di nascosto il cellulare in classe

L’ingegnoso stratagemma alle medie di San Donnino, dove i telefonini si lasciano fuori dall’aula

Le pagine del testo scolastico incise per ricavare un vano dove nascondere lo smartphone: è l’ingegnoso stratagemma messo in atto da un alunno delle medie all’istituto La Pira di San Donnino. Il ragazzino intendeva in questo modo aggirare le regole della scuola, dove i telefonini vanno lasciati al mattino in una cassetta chiusi a chiave prima di entrare in aula e vengono restituiti solo alla fine delle lezioni. Purtroppo tanta genialità non è bastata all’alunno, che è stato scoperto dagli insegnanti. A raccontare l’episodio stamani è stato il professor Osvaldo Di Cuffa, dirigente scolastico dell’istituto comprensivo e preside anche al Sassetti Peruzzi, durante un dibattito sulla proposta di legge allo studio alla Camera per vietare i telefonini a scuola, salvo casi particolari. La proibizione è comunque già contemplata – per alunni e anche per gli insegnanti – dalla direttiva 104 del 2007. Ascolta dal gr del mattino.

PARTE 1

PARTE 2

PARTE 3

PARTE 4