, ,

Natali: “Fiorentina più demoralizzata del Parma. I calciatori non remano contro Montella”

L’ex difensore viola Cesare Natali ha parlato così ai microfoni di Lady Radio della crisi di risultati della Fiorentina e del match salvezza contro il Parma.

L’ex difensore viola Cesare Natali ha parlato così ai microfoni di Lady Radio della crisi di risultati della Fiorentina e del match salvezza contro il Parma: “Per me è più demoralizzata la Fiorentina del Parma. Gli emiliani è vero che hanno fatto un’andata molto forte, ma sapevano dall’inizio di dover lottare per la salvezza.
Il Parma l’ho visto dal vivo. Contro il Bologna la squadra è stata in difficoltà, ma va detto anche che il Bologna di queste settimane è tra le squadre che stanno meglio. La Fiorentina ha qualità superiori al Parma, ma a questo punto della stagione e con questa situazione di classifica arrivi all’appuntamento un po’ logoro. Quando non lotti per obiettivi importanti diventa tutto un peso in più, mentalmente ora la Fiorentina è in grande difficoltà. Non credo sia una squadra da 40 punti quella viola, ha dei valori superiori al Parma e superiori alla classifica che occupa.
I calciatori non remano contro Montella. I professionisti sono tali al di là dell’allenatore. Se poi hai anche la fortuna di avere un tecnico che viene stimato questo è un valore aggiunto. Non lo so che tipo di rapporto si può esser creato nello spogliatoio. Probabilmente avrà dato anche fastidio il modo in cui è avvenuto il divorzio con Pioli.
Spesso i Della Valle sono stati nel mirino della critica, anche negli anni in cui ero io a Firenze.
La salvezza del 2011-2012? Fu un’annata particolare. Non riesco a fare parallelismi con oggi. Pensavo che la Fiorentina attuale avesse i mezzi per continuare quanto fatto fino a gennaio. Credevo che la squadra viola potesse rimanere agganciata al treno europeo invece la realtà è diversa. Otto anni fa fu difficile, arrivare a salvarsi ci portò comunque soddisfazione. A questo punto la Fiorentina ha le possibilità di farlo, di rimanere in A”.