, ,

Bollette e letturisti, stangata da 120 euro per i nuovi contatori

Le aziende sperimentano la telelettura. I risparmi? “2-3 euro l’anno”

Non piace a Federconsumatori l’iniziativa lanciata dalle aziende dei letturisti e pubblicizzata in questi giorni. Le ditte, spiega l’associazione in una nota, si stanno organizzando per leggere i consumi attraverso la telelettura di prossimità. Per farlo serve però un nuovo contatore, che sarà pagato 120 euro dai consumatori in cambio di uno sconto sul canone del 10%, in pratica 2 o 3 euro di risparmio l’anno. “Per recuperare i 120 euro ci vorranno dai 40 ai 60 anni”, polemizza Federconsumatori.

CHI SONO I LETTURISTI
Le ditte letturiste sono aziende che intervengono in quei condomini dove c’è un unico contratto con Publiacqua. Il gestore idrico emette la bolletta al condominio, ma poi c’è da ripartire l’importo tra tutti gli inquilini in base ai consumi. E’ qui che intervengono queste aziende, su incarico del condominio: leggono i consumi sui contatori dei singoli appartamenti ed emettono le bollette per ciascuno, ovviamente addebitando un costo aggiuntivo per il servizio. Non ovunque funziona così, anzi: Firenze rappresenta un’anomalia a livello nazionale.

LA RICHIESTA A PUBLIACQUA
“Noi siamo convinti, lo sosteniamo da tempo, che debba essere Publiacqua a farsi carico di una proposta ai 130mila condomini di Firenze che oggi sono caricati dai costi aggiuntivi delle letture fatte da aziende private”, afferma Federconsumatori. “Chiediamo perciò che Publiacqua rompa gli indugi ed avvii, velocemente e seriamente, una sperimentazione con costi contenuti per i cittadini, le famiglie e che consenta a questi ultimi di pagare in bolletta solo il il costo dei consumi e non di servizi che dovrebbero essere compresi nel prezzo di fornitura. La tecnologia c’è, usiamola”.