, ,

10 agosto la tradizione continua in San Lorenzo

“Come ogni anno, grazie agli operatori del mercato centrale, dei tanti volontari e degli ambulanti organizziamo la festa di san Lorenzo, co-patrono di Firenze. Sul lato del Canto dei Nelli – annuncia il presidente del quartiere 1 Maurizio Sguanci – si terrà la festa della comunità con distribuzione di pasta al ragù, cocomero, yogurt e panna. E quest’anno celebriamo anche i 500 anni dalla morte di Leonardo Da Vinci e, grazie a Silfi, verranno proiettate sulla facciata della Basilica di San Lorenzo progetti, opere e scritti del Genio rinascimentale. E’ un appuntamento cittadino che lega il tessuto commerciale della zona e l’amministrazione comunale. E’ una delle feste popolari della città assieme a San Giovanni ed alla Rificolona. Viene realizzata – aggiunge il presidente del Quartiere 1 Maurizio Sguanci – grazie al volontariato ed alle tante persone che offrono un importante contributo per la buona riuscita della festa. Vorrei citare il presidente del mercato centrale Massimo Manetti che offrirà il cocomero e la carne per il ragù ed Andreina Sieni, commerciante della piazza, la Pasta Toscana, la Conad Tirreno per il pomodoro e per i piatti e le posate ecologiche, l’associazione Cuochi Fiorentini che cuoceranno gratuitamente, sul momento, la pasta, la Confesercenti e la Confcommercio, le Botteghe storiche di San Lorenzo ed il centro commerciale naturale di San Lorenzo, la Mukki Latte che offrirà panna e yogurt, l’Opera medicea Laurenziana ed il il priore di San Lorenzo, monsignor Marco Domenico Viola. Siamo sicuri – conclude il presidente del quartiere 1 Maurizio Sguanci – che, come negli anni passati la festa, che ha visto coinvolte anche tremila persone, avrà grande successo”.

“Parteciperò alla festa in rappresentanza della città. La realtà del rione di San Lorenzo è una delle più vere ed è interesse dell’amministrazione preservarla. Attraverso la festa – spiega il presidente del Consiglio comunale Luca Milani – si valorizza la collaborazione tra istituzioni e tutti coloro che lavorano per la buona riuscita dell’evento. Sono tanti i protagonisti della vita economica della nostra città che lavorano non solo per la valorizzazione del nostro territorio, fatto di cultura e tradizioni, ma anche per un sentire comune rispetto alla città, perché ne fanno parte integrante”.

Il programma della festa di San Lorenzo prevede la sfilata del corteo della Repubblica fiorentina che partirà alle 9.45 dal Palagio di Parte Guelfa verso Palazzo Vecchio. Alle 10.15 arriverà in piazza Signoria da dove proseguirà verso la Basilica di San Lorenzo, dove è prevista la Santa Messa (ore 11) celebrata dal cardinale Giuseppe Betori, arcivescovo di Firenze, con l’offerta dei ceri da parte del presidente del Consiglio comunale Luca Milani e la benedizione alla città. Alle 20,30 in piazza San Lorenzo concerto bandistico dell’Orchestra Sinfonica Città di Grosseto diretta da Antonio Cristofano. Dopo le 21 inizierà la distribuzione della pasta al ragù, del cocomero e di panna e yogurt.

Fonte Comunicato Stampa Comune di Firenze