, ,

Vitale: “Pradè? Anche lui sotto esame. Chiesa giochi bene questa stagione, poi… “

Le parole di Pino Vitale oggi a Radio Viola

Il direttore Pino Vitale è intervenuto oggi in Radio Viola per parlare di Fiorentina: “Chiesa? Prende un bello stipendio, da diverse migliaia di euro al giorno. Giochi e giochi bene, faccia bene con la Fiorentina e disputi un grande Europeo, poi a fine anno dirà le sue intenzioni, ma alla fine però e senza mettere il muso. A gennaio Commisso non lo cederà. Deve pensare a giocare bene, mettersi a disposizione dei compagni meno bravi di lui. Deve dimostrare sul campo di essere bravo aiutando anche gli altri. Quando c’è un dolorino fisico che si presenta alla fine è il calciatore che decide quando rientrare in campo.
Siccome lui il contratto non lo prolunga va tenuto conto che a giugno avrà ancora 2 anni. Con 2 anni di contratto l’ultima parola ce l’ha sempre la Fiorentina. Ci vuole rispetto dunque per la società. Che lui abbia ambizioni è un suo diritto, lo merita, ma come fece Toni a suo tempo, lui deve giocare alla grande la stagione poi se ne parla.
Chi è che ha costruito la squadra? Non credo Commisso e Barone. Oltre a Montella è sotto esame anche Pradè. La Fiorentina ha 5-6 giocatori giovani opera della gestione precedente che ne ha combinate tante, ma anche fatto qualcosa di buono. Lirola è stato un investimento importante ed il ruolo poteva essere coperto da Venuti e spendere quei soldi in altre zone del campo. Certo è vero che solo chi fa sbaglia, però si potrebbe fare un po’ meglio.
Se alla Fiorentina pensavano di iniziare la stagione con Boateng centravanti hanno sbagliato. Potevano tenere Simeone allora. Pedro? Se non è pronto per la Fiorentina mandiamolo a giocare.
Il mercato di gennaio? Nella finestra invernale è difficile correggere e migliorare le squadre. Alla Fiorentina, non giocando le coppe, i giocatori importanti ancora vengono poco volentieri”.