, ,

Stadio, Commisso vede il sindaco (e anche la Sovrintendenza)

Stamani l’incontro a Palazzo Vecchio. Nardella: “Un passo avanti”

“Oggi abbiamo fatto un passo avanti”: così Dario Nardella dopo due ore di faccia a faccia a Palazzo Vecchio con Rocco Commisso, al centro la partita per lo stadio della Fiorentina. “E’ stato un buon incontro con una serie di domande tecniche circa il progetto della Mercafir”, ha detto Nardella, spiegando di aver fornito con i suoi tecnici informazioni utili su tasse e procedure, informazioni che qualunque altro soggetto interessato potrà chiedere all’aministrazione comunale, specifica il sindaco. “Spero che la decisione della Fiorentina finisce sul progetto di realizzazione del nuovo stadio, se in futuro però dovessero emergere altre opzioni siamo pronti a collaborare”. E che, del resto, altre opzioni siano sul tavolo di Commisso, lo conferma lo stesso presidente viola: “Voglio avere più opzioni”. Forse anche per questo il tycoon americano è tornato a bussare alla porta della Sovrintendenza in Palazzo Pitti: “Voglio vedere che intenzioni hanno rispetto al Franchi, ho notato una tendenza un pochino più flessibile”. Commisso non nasconde le sue perplessità: “Firenze è bellissima ma è limitata nei posti a disposizione per fare uno stadio. Anche fuori le soluzioni non sono ottimali, a Campi Bisenzio le cose non sono più facili”. E la Mercafir? “Ci tengo che il sindaco di consegni la Mercafir in meno di due anni, se andiamo su questa soluzione ma di questo non sono sicuro”.

Queste le dichiarazioni di Nardella.

Qua le parole di Commisso.

Il patron viola poi non si è sottratto alle foto con una scolaresca che passava da piazza della Signoria.