, ,

Cambio di orari, code, scioperi: guida alla spesa nel fine settimana

Chi apre, chi chiude, chi incrocia le braccia. E i comuni promuovono i negozi di vicinato

Sarà un altro weekend di carrelli in fila davanti ai supermercati? Il secondo fine settimana di spesa in clima da pandemia inizia con una serie di incognite.

DOMENICA: APERTI O CHIUSI?

Le diverse catene procedono in ordine sparso. Unicoop Firenze ha deciso per lo stop nei festivi (oltre a limare gli orari di apertura). Ieri ha scelto la stessa linea anche Conad. Chiudono, almeno per questa domenica, pure i negozi a marchio Penny Market. Dopo un’iniziale resistenza, anche Esselunga, ha ritoccato gli orari: .chiusura anticipata alle 20 (anziché alle 21) nei giorni feriali, la domenica i supermercati saranno sempre aperti ma con orario ridotto, dalle 8 alle 15. I negozi Lidl sono aperti dalle 8.30 alle 19 durante la settimana e dalle 8.30 alle 13 la domenica.

LO SCIOPERO

I sindacati Filcams Cgil, Fisascat Cisl e Uiltucs Uil hanno proclamato 16 ore di sciopero. A Firenze l’astensione dal lavoro riguarda le ore eccedenti la fascia oraria 8-19 e la domenica. Dunque sono probabili disservizi a fine apertura già domani, così come nella giornata di domenica per quei negozi intenzionati a restare aperti. Le tre sigle chiedono orari più brevi e serrata nei festivi per tutelare il riposo e la salute dei commessi, particolarmente sottoposti a stress in questi giorni per la grande ressa ai supermercati.

LA SPESA INTELLIGENTE

Prima domanda: ho proprio bisogno di andare o posso rimandare di qualche giorno? Se non si può aspettare, si deve comunque andare da soli per ridurre l’affollamento. Merita fare una lista dettagliata di quanto serve, e scegliere i punti vendita che conosciamo meglio e in cui riusciamo a individuare gli articoli più facilmente: questo permette di velocizzare la spesa. E’ consigliabile fare una spesa voluminosa, in modo da ritardare la prossima visita al supermercato. Se si trova molta coda, si può valutare di non mettersi in fila e di rimandare ad un orario meno affollato. Restano valide tutte le raccomandazioni generali sull’igiene, le distanze di sicurezza, l’uso di guanti e mascherine.

NEGOZI DI VICINATO, LISTE E MAPPE DI QUELLI APERTI

Sono una valida alternativa per sfuggire alla ressa. Il comune di Firenze ha messo online una mappa dei negozi alimentari che sono aperti, specificando anche se fanno servizio di consegna a domicilio. Anche il comune di Scandicci ha pubblicato una lista sul suo sito web.

“SANIFICATE I CARRELLI”

Intanto la Federconsumatori Toscana, che concorda sulla necessità di chiudere i negozi la domenica, chiede altre precauzioni per i clienti: guanti usa e getta messi a disposizione nei punti vendita, sanificazione dei carrelli almeno due volte al giorno. Appello rivolto anche alle banche: “Procedano alla sanificazione degli sportelli ATM almeno due volte al giorno e mettano a disposizione salviette o liquido germicida/disinfettante per la clientela che effettua i prelievi”.