, ,

Coronavirus all’Esselunga, parla un dipendente del Gignoro

Ha fatto due soli giorni di quarantena appena si è avuta notizia del contagio

Ha accettato di raccontarci da dentro cosa è successo in questi giorni al supermercato Esselunga del Gignoro, dove è un dipendente è risultato positivo al tampone. Lui, o lei – abbiamo camuffato la sua voce per renderla irriconoscibile e non sveliamo neppure il sesso per evitare che possa essere identificato/a – ci ha descritto come sono andate le cose. La febbre del collega, la diagnosi che arriva dodici giorni dopo, i lavoratori dello stesso reparto che solo a quel punto vengono messi in quarantena per le 48 ore necessarie a completare i quattordici giorni dall’ultimo contatto. Ma anche la quotidianità di un supermercato che, come tanti, viene preso d’assalto dai clienti: alcuni vengono spesso, persino tutti i giorni, e fanno la coda per comprare poche cose. Ascolta l’intervista dal gr del mattino e il commento di Francesca Battistini della Filcams Cgil.