, ,

VIDEO Divisori di vetro e tavoli distanziati: come un ristorante diventa anti-covid

L’esperimento (provocatorio) al “Vecchio e il Mare” di Pasquale Naccari

Ha chiamato il vetraio e installato dei “divisori” ai tavoli per preservare il commensale di fronte dal “droplet”; ha distanziato i tavoli per osservare la distanza di sicurezza ad un metro e 80 centimetri. E’ l’esperimento provocatorio fatto stamani da Pasquale Naccari, esponente del gruppo dei “Ristoratori Toscani” e titolare del “Vecchio e il Mare” di via Gioberti, per dimostrare dal vivo che riaprire con mille vincoli e sostanzialmente impossibile. Osservando scrupolosamente tutte le regole, ecco a quanti posti si riduce una sala da 54 posti.

🆘condividete🆘Stasera sarò su rete 4 alle 21:30!!!! Questa è la diretta della dimostrazione concreta di cosa vorrebbe dire aprire con misure minime di sicurezza. Non lasciateci fare la scelta giusta a spese solo nostre.

Publiée par Pasquale Naccari sur Jeudi 16 avril 2020

Ascolta la diretta dai trenta minuti di cronaca.

PARTE 1

PARTE 2