, ,

Blitz anti-spaccio alle Cascine, dieci in carcere

Operazione dei carabinieri scattata ieri sera nel parco fiorentino

E’ iniziata ieri sera ed è proseguita fino a stamani l’operazione dei carabinieri contro i pusher nel parco delle Cascine. I militari hanno eseguito ordinanze cautelari nei confronti di persone, prevalentemente del Gambia, che al termine delle indagini coordinate dalla procura di Firenze sono sospettate di spaccio. Dieci presunti pusher sono finiti in carcere, 16 sono stati colpiti dal divieto di dimora nel comune di Firenze. I reati contestati a vario titolo agli indagati sono produzione, traffico e detenzione illecita di sostanze stupefacenti, rissa, false attestazioni a pubblico ufficiale. Gli investigatori hanno fatto ricorso a pedinamenti, appostamenti e alle riprese della videosorveglianza per documentare l’attività di spaccio tra il gennaio e il maggio scorsì. Un giro che non si è fermato neppure durante il lockdown e che vedeva punte di 30 dosi cedute nel giro di un’ora. La cessione di droga – prevalentemente hashish e marijuana – avveniva lungo la linea 1, approfittando della vegetazione del parco. I malviventi si erano spartiti il territorio e operavano in quattro sottozone, che controllavano per evitare interferenze da parte di forze dell’ordine e cittadini. “Tra di loro – spiegano i carabinieri – gli indagati hanno manifestato una forte solidarietà, rifornendosi reciprocamente di droga e facendo a turno da collettori e passamano nella raccolta del denaro consegnati dai clienti e nel presidiare il territorio facendo da palo. I pusher rimanevano nel parco tutto il giorno, consumando pasti forniti a pagamento da un uomo e una donna di origini africane”.