, ,

Nardella a Lady Radio: “Entro l’estate liberiamo il campo del Poderaccio”

Movida, stadio, grandi opere: la nostra intervista al sindaco di Firenze

“L’emergenza del lockdown ci ha messo in grande difficoltà, ma questa estate raggiungeremo l’obiettivo per il quale ci siamo impegnati, liberare e sgomberare tutto il campo”: ad annunciare la nuova scadenza per il Poderaccio, dopo quella disattesa dello scorso dicembre, è il sindaco di Firenze Dario Nardella, intervistato stamani da Lady Radio. “Sarà un obiettivo straordinario – ha aggiunto -. Lo dobbiamo alla città, al quartiere e alla famiglia di Duccio Dini”. I piani futuri si concentreranno sull’area del ‘Lotto zero’: “Sarà il prossimo obiettivo – ha aggiunto – dopo il Poderaccio, anche lì bisogna ripristinare la legalità”.

STADIO
Dai contatti del sindaco col Governo risulta che l’esecutivo, e in modo particolare il ministro Spadafora, stiano lavorando ad un testo unico dello sport. In questo documento “ci sono articoli previsti proprio per una risoluzione importante della ristrutturazione degli stadi non solo per Firenze, per tutta Italia. Sono fiducioso che la proprietà della Fiorentina avrà a disposizione strumenti in più per avere uno stadio nuovo”, ha spiegato il sindaco. “Sono sicuro che dal Parlamento nelle prossime settimane arriverà un emendamento” all’interno del decreto semplificazioni “che ci consentirà di prevedere delle trasformazioni più significative del Franchi. Questa estate avremo delle norme che aiuteranno tutti noi a fare quello che vogliamo fare, riqualificare” il quartiere di “Campo di Marte e il Franchi”.

AEROPORTO
“Ho visto che tutti i partiti nazionali si sono espressi a favore dell’aeroporto – riflette Nardella – mi fa molto piacere però se in Parlamento riuscissero a portare un emendamento al decreto semplificazioni per nominare i sindaci commissari per opere strategiche dimostrerebbero nei fatti che ci credono fino in fondo”. “Secondo me – ha concluso – questa norma è giusto metterla perché, come successo a Genova, potremmo fare un’opera in molto meno tempo”.

“RINASCE FIRENZE”
Nardella si è detto “molto colpito” dalla reazione dei cittadini al progetto: “Abbiamo ricevuto più di 300 proposte. Ho ricevuto interessamenti significativi anche da Stati Uniti, Russia e Italia sul fondo di ‘Rinasce Firenze’ attraverso donazioni e disponibilità di collaborazione tecniche: Firenze non va col cappello in mano in giro per il mondo ma chiama il mondo per aiutare una città che è patrimonio di tutti”.

SCUOLA
Con la Città Metropolitana il sindaco è impegnato a garantire posti sufficienti nelle scuole superiori per la ripresa delle lezioni in presenza a settembre: “Purtroppo il ministro Azzolina ci ha dato linee guida e finanziamenti sul fotofinish: dovremo usare tutta l’estate per progettare gli interventi da fare sulle tante scuole”.

MULTE SENZA “FOGLIETTO ROSA”
Il sindaco ha risposto alle domande del disguido tecnico che ha reso necessario sospendere l’avviso col foglietto rosa solitamente lasciato sul cruscotto delle macchine multate, per un aggiornamento del software di pagamento delle multe, col risultato di impedire il pagamento senza notifica e quindi aggiungendo i 15 euro di spesa per la consegna a casa della multa. “Si può dire che non tutto va sempre alla perfezione, anche se in una situazione di grande emergenza si può dire che non è facile far tornare tutto”. “Ci sta che ci siamo degli aspetti organizzativi che non funzionano, l’assessore Giorgetti e la macchina comunale sono al lavoro per migliorare anche questo meccanismo”.

ASCOLTA LA PUNTATA

Parte 1
Parte 2
Parte 3
Parte 4