, ,

Scuola, Funaro: “A Firenze spazi sufficienti per tornare tutti in classe”

Cantieri “light” nel mese di agosto. Ma resta il nodo del personale

I metri quadri sono sufficienti, il personale scolastico chissà: è il quadro che dipinge l’assessora all’educazione del comune di Firenze, Sara Funaro, in vista della prima campanella a settembre. Nel mese di agosto nelle elementari e medie fiorentine (per le superiori è competente la Città Metropolitana) ci saranno dei cantieri “light” per recuperare gli spazi necessari. “Abbiamo fatto un lavoro enorme con i nostri uffici tecnici e con l’ufficio scolastico regionale, scuola per scuola, classe per classe”, spiega Funaro. Ora partiranno gli interventi: abbattere una parete per ampliare una classe, alzare un tramezzo, eliminare il ripostiglio per recuperare centimetri preziosi, trasformare in aule stanze che avevano altre funzioni. “Per la scuola primaria e secondaria inferiore abbiamo un quadro chiaro e definito, riusciremo a far rientrare tutti i bambini in presenza”, promette Funaro. Anche se, dopo gli spazi, servono insegnanti e custodi: “Sono fondamentali, sennò la ripartenza a settembre è difficile, l’ufficio scolastico regionale ha mandato la richiesta di organici”. Arriveranno? Tornando agli spazi, non ci sarà un gran bisogno di edifici esterni alle scuole: tolta la media Carducci, che utilizzerà il teatro della Pergola, per il resto ci sarà qualche scuola che utilizzerà spazi esterni per attività laboratoriali.

ASCOLTA L’INTERVISTA