, ,

Firenze riparte con la Settimana Europea della Mobilità

Anche quest’anno Firenze aderisce alla Settimana Europea della Mobilità (EMW European Mobility Week) che si terrà dal 16 al 22 Settembre e che sarà dedicata al tema della “Mobilità a emissioni zero per tutti”.

Si è tenuta oggi la conferenza in cui l’Assessore alla mobilità Stefano Giorgetti ha definito le diverse linee di intervento dell’Amministrazione in tema di mobilità verde e sostenibile, miglioramento della qualità ambientale, riduzione del traffico e dell’inquinamento. Obiettivo principale quello di diminuire il flusso veicolare e rafforzare il trasporto pubblico, la ciclabilità, le aree pedonali e lo sharing. L’assessore ha evidenziato che, come per ogni città, anche il capoluogo toscano ha dovuto far fronte alle nuove esigenze dettate dal Covid-19. Nello specifico la scelta è stata quella di rafforzare lo sharing mobility individuale, con un ampliamento della rete ciclabile (Piano Bartali), delle pedonalizzazioni e l’arrivo della bicicletta a pedalata assistita. Inoltre da qualche giorno è disponibile per tutti coloro che si muovono in città l’APP IF – Infomobilità Firenze dove si possono trovare tutte le informazioni in tempo reale sulla mobilità in città a misura dell’utente.

IF- INFOMOBILITÀ FIRENZE

L’APP è scaricabile gratuitamente da Google Play e Apple Store e mette a disposizione tutte le informazioni sulla mobilità in tempo reale quali cantieri e incidenti, viabilità e traffico, percorsi ciclabili, trasporto pubblico, pulizia strade, allerte meteo e tanto altro ancora. L’utente crea il suo profilo all’interno dell’APP e seleziona il suo percorso casa-lavoro; imposta uno o più mezzi di trasporto, le preferenze di viaggio e le notifiche che desidera ricevere. Così potrà ricevere notifiche personalizzate in base alle sue abitudini, consultare gli orari dei mezzi pubblici in tempo reale e programmati, valutare le soluzioni di viaggio migliori pianificando il suo spostamento. A differenza delle altre APP, IF segnala se ci sono eventi imprevisti (incidenti, cantieri urgenti) o porte telematiche sul percorso scelto. Su IF il cittadino può inoltre vedere in tempo reale la disponibilità di posti nei parcheggi di struttura e delle colonnine di ricarica per i veicoli elettrici; consultare le previsioni meteo con avvisi in caso di allerta; e a breve saranno disponibili anche i servizi di sharing per bici, auto, scooter e monopattini.

PIANO BARTALI

Firenze ha già un rete di piste ciclabile di 95 chilometri e ulteriori 12 sono in programmazione (realizzazione entro la prossima primavera). Grazie alle modifiche al Codice della Strada introdotte con il Decreto Rilancio sono stati realizzati 6,5 chilometri di corsie ciclabili e ne sono programmati ulteriori 13,5 chilometri. Oltre allo sviluppo in città, importanti sono i collegamenti verso i comuni limitrofi in particolare Sesto Fiorentino e Bagno a Ripoli.

PEDIBUS

Si tratta dell’accompagnamento a scuola a piedi di gruppi di bambine e bambini delle scuole primarie e secondarie di primo grado lungo itinerari prestabiliti con “fermate” e orari definiti come un vero e proprio scuolabus. Gli obiettivi principali sono la riduzione delle emissioni prodotte dal traffico veicolare privato, la creazione di una community della mobilità urbana, ridurre il traffico e la sosta nelle vicinanze delle scuole con percorsi pedonali sicuri; contribuire all’educazione collettiva sui temi della salute e dell’ambiente.

Saranno 13 i percorsi Pedibus attivati e interesseranno la scuola Nencioni (via Montebello, Quartiere 1), le scuole La Pira e Diaz (via dei Bruni e via D’Annunzio, Quartiere 2), scuola Villani (viale Giannotti, Quartiere 3), scuole Montagnola e Niccolini (via Giovanni Da Montorsoli e via di Scandicci, Quartiere 4), scuola Mameli e i plessi Marconi/Rosai (via dei Caboto, via Mayer e via dell’Arcovata, Quartiere 5).

STRADE SCOLASTICHE

Consistono nella pedonalizzazione della strada di accesso di alcune scuole in orario di ingresso/uscita dei bambini e saranno realizzate negli istituti che possono contare su viabilità alternative per arrivare comunque con i veicoli a motore. Sono strettamente legate al Pedibus tanto che chi gestirà il servizio si occuperà anche delle chiusure. Le strade scolastiche entreranno in funzione tra metà e fine ottobre per dare il tempo all’Amministrazione di condividere il progetto con i genitori degli alunni delle scuole interessate.

SHARING MOBILITY

In corso la procedura per l’affidamento della gestione dei servizi a flusso libero di auto (numero illiminato), scooter (massimo 600), monopattini (fino a 900). È invece imminente la pubblicazione del bando per il bike sharing che prevede fino a 4.000 bici a pedalata muscolare, fino a 800 e-bike e fino a 300 monopattini elettrici (in aggiunta ai 900 del precedente bando.

Fonte: Comune Città Di Firenze