, , ,

Dal basket allo skate, il comune chiude gli impianti a ingresso libero

Ordinanza di Palazzo Vecchio per ridurre il rischio contagio da coronavirus

Divieto di accesso alle aree di proprietà comunale su cui si trovano impianti sportivi a libera fruizione, dal campetto di calcio, basket o pallavolo fino alla pista da skateboard: lo prevede un’ordinanza firmata oggi dal comune di Firenze con lo scopo di tutelare la salute pubblica e in applicazione del divieto di attività sportive amatoriali che possano comportare assembramenti. Gli uffici competenti, spiega una nota di Palazzo Vecchio, provvederanno ad attuare le chiusure delle aree e a darne informazione con segnaletica sul posto ai cittadini. Resta invece consentita la fruizione delle aree o percorsi attrezzati che possono essere utilizzati nel rispetto delle misure di contenimento del contagio (distanze di sicurezza interpersonale). Dunque basta calcetto nei giardini di piazza d’Azeglio o in piazza Elia Dalla Costa, stop al basket nel giardino di viale Verga, niente più evoluzioni sullo skate nella pista accanto allo stadio. Qua l’elenco completo delle strutture dove il libero accesso è stato vietato.