, ,

La rivincita di Mike: dal sottopasso delle Cure al lavoro in Francia

Il Sottopasso delle Cure ha da sempre avuto dei “custodi” che nel tempo sono diventati simboli per il quartiere e per i frequentatori.

Dopo Totò, uno di quelli che resterà nella storia è sicuramente Mike Okoh, il venditore ambulante 29enne che ormai da tempo staziona all’interno del trafficato passaggio pedonale..

Mike, di origine nigeriana, è diventato un simbolo delle Cure per la sua simpatia e il suo essere pronto nell’aiutare tutti. Il suo tempo a Firenze, dopo quasi sei anni di permanenza, sta finendo perchè a breve partirà verso la Francia per lavorare.

Proprio quel lavorare che in tanti, dopo la vile aggressione che ricevette da due uomini incappucciati, gli avevano promesso.

Mike Okoh lascerà il sottopasso e volerà in Francia, “perchè in aereo costa meno che in treno”, dove pur non sapendo la lingua proverà a cercare lavoro insieme ad un amico che già pulisce gli alberghi.

La storia di Mike resta nei cuori perchè, rifiutando ogni tipo di attività illegale o sotterfugio, ha sempre provato a mettersi in regola col lavoro. La sua dipartita verso la Francia è una grande rivincita personale e nei confronti di quell’Italia che :”qui non si lavora, senza lavoro come si fa, non è vita chiedere sempre un euro”