, ,

Omicidio Gratton: reperti distrutti, niente indagini su Dna

La procura aveva chiesto il riesame delle armi del delitto

Svanisce ogni speranza di risalire all’assassino di Guido Gratton, calciatore nella Fiorentina del primo scudetto e nella Nazionale degli anni ’50. Gratton fu ucciso durante un’aggressione nella sua casa a Bagno a Ripoli il 26 novembre del 1996. Un delitto rimasto sempre senza colpevole. La procura aveva tentato di riprendere le indagini cercando di nuovo il Dna sulle armi del delitto (una racchetta da tennis, una sedia e un bastone) sulla base delle più moderne tecnologie. Tuttavia si è scoperto che i reperti erano già stati distrutti nel 2008 su disposizione del gip di Firenze, come avviene periodicamente per motivi di spazio. Nessuna possibilità, dunque, resta di aprire nuove indagini da parte della procura fiorentina che, nella persona del procuratore aggiunto Luca Turco, aveva chiesto di poter riesaminare gli oggetti.