, ,

Funaro: “I banchi sono arrivati per le scuole che ne avevano bisogno. La DaD non è paragonabile alla didattica in presenza, può andar bene ma…”

L’Assessora all’Educazione del Comune di Firenze è intervenuta parlando dei banchi: “I banchi sono arrivati per le scuole che ne avevano bisogno, si parla di quelle del primo ciclo. La partita dei banchi a livello nazionale, mi risulta, che in buona parte siano arrivati”:

E sul comportamento: “I Ragazzi hanno un comporto coscienzioso, danno il massimo con gli strumenti che gli vengono dati. Fare lezione davanti allo schermo è diverso, manca la relazione e mancano le attività in presenza. Attraverso lo schermo dobbiamo abituarci, anche facendo formazione per la DaD, abbiamo bisogno di un cambio culturale. I feedback che abbiamo è che i ragazzi imparano ma manca quello che è il motore della scuola”

E sulle priorità: “L’abbiamo sempre detto, abbiamo lavorato per riaprirle a settembre. Prima la salute ma quando si parla di riaperture di tutta una serie di servizi la priorità va anche alle scuole.  Lo diciamo, la Didattica a Distanza non è paragonabile alla didattica in presenza, può andar bene per l’emergenza ma dobbiamo tornare il più velocemente possibile in presenza”