, ,

Ritrovare il benessere e ripartire dalle aree interne: firmato l’accordo quadro tra Cabina di Regia e SdS del Mugello

Ripartire dal benessere, riscoprire dove abitiamo e ritrovare interesse per le aree interne. Sono questi alcuni dei punti su cui lavora la Cabina di Regia “Benessere Italia” presieduta dalla Presidente Filomena Maggino. Quest’oggi, 26 Gennaio 2021, è un giorno storico per la Toscana perché in Palazzo Vecchio proprio la Professoressa Maggino e il Presidente della Società della Salute del Mugello Filippo Carlà Campa (Sindaco di Vicchio ndr) hanno firmato il primo accordo quadro nella nostra regione.

Dopo Basilicata e Puglia, e con in ponte gli accordi in Irpinia e Liguria, la Cabina di Regia di Palazzo Chigi e la SDS del Mugello si sono impegnati, insieme, per dare del benessere ai cittadini del Mugello. Come? Affrontando temi come la questione energetica, quella digitale e tecnologica piuttosto che superare povertà e diseguaglianze e promuovere salute e benessere individuale e collettivo.

Una collaborazione tra ricerca, imprese e pubblica amministrazione che riporti al centro i cittadini e le comunità anche grazie ad esperienze analoghe fatte in altri territori.

A margine della firma la Professore Maggino, Presidente della Cabina di Regia ha detto: “E’ importante perché la cabina di regia ha accolto molti stakeholder a Palazzo Chigi, ma con l’emergenza sanitaria abbiamo deciso di andare sul territorio”.

Su questo accordo ha aggiunto: “Questo significa ripartire dalle aree interne, che forse non hanno sofferto troppo l’epidemia ma che stavano soffrendo da decenni. Il primo segnale è quello di creare una serie di accordi quadro con reti di comuni e con aree interne, anche per consentire una ripartenza su temi specifici orientati alla promozione del benessere. Abbiamo già firmato questi accordi in Puglia e Basilicata, poi ci saranno in Irpinia e Liguria, siamo felici che in Toscana sia la SdS del Mugello la prima a firmare un accordo con noi”

“La Cabina di Regia – ha aggiunto la Professoressa Maggino –  è formata dai rappresentanti fiduciari dei Ministri.  Quando verifichiamo la possibilità di presentare un progetto, lo presentiamo ai rappresentanti dei ministri. In quel contesto possiamo valutare in quale direzione poter attingere dai territori. Nel lockdown è stato emozionante sentir dire di “dover ripartire” dal concepire il dove abitiamo: ecco perché questo interesse per le aree interne. Là si può trovare una qualità della vita migliore, per i tanti motivi che sappiamo, ma per consentire questo dobbiamo sostenere la rimodellazione dei servizi territoriali alla persona e una mobilità con spostamenti più agevoli”

L’accordo è arrivato al termine di una lunga due giorni di incontri. Dalla Knorr-Bremse passando per la Menarini piuttosto che gli incontri politici con Eugenio Giani e Simone Bezzini e tanti altri nomi illustri dell’area fiorentina . Ma che cosa ha visto la Presidente della Cabina di Regia: “L’area fiorentina rappresenta delle eccellenze produttive che vanno incoraggiate, sostenute e valorizzate per far si che questo territorio, storicamente ricco di iniziativa e attività, non veda questa ricchezza andare persa. Per fare ciò non vanno attivati solo i sistemi finanziari, le aziende chiedono di lavorare nel proprio paese, nel proprio territorio: portano un bene cittadini, ovvero il lavoro”.

E ha concluso: “Ho trovato un territorio che deve riflettere su una cosa. Aver investito solo nell’attività turistica ha portato fragilità. Il turismo si attiva e si attrae se sul territorio c’è una attività propria che è espressione di quel territorio e non solo accoglienza”.

Per riascoltare l’estratto di Città Viola: https://anchor.fm/lady-radio/episodes/Ritrovare-il-benessere-e-ripartire-dalle-aree-interne-firmato-laccordo-quadro-tra-Cabina-di-Regia-e-SdS-del-Mugello-epgmfo