, ,

Concorsi truccati, indagati il rettore Dei, il dg di Careggi e quello del Meyer

Una trentina gli iscritti sul registro, perquisizioni della guardia di finanza

Docenti, dirigenti sanitari e universitari: sono in tutto una trentina gli indagati in un’inchiesta sulla facoltà di Medicina per presunte turbative nei concorsi. Secondo le accuse, l’assegnazione delle cattedre universitarie e la programmazione dei concorsi sarebbero avvenuti secondo logiche spartitorie. Tra i reati ipotizzati dai pm ci sono quelli di falso, abuso d’ufficio e turbata libertà del procedimento di scelta del contraente. Stamani la guardia di finanza ha effettuato alcune perquisizioni negli uffici di Careggi e nei confronti di alcuni degli indagati: tra loro il rettore dell’Università di Firenze, Luigi Dei, accusato di associazione per delinquere finalizzata alla corruzione per episodi tra il 2019 e l’inizio del 2021 relativi a due concorsi. L’associazione a deliquere viene contestata anche ad altri sei indagati. Perquisizioni sono scattate anche nei confronti del direttore generale di Careggi Rocco Damone e del dg del Meyer Alberto Zanobini. “Sono sereno perchè ho sempre operato per il bene del Meyer e continuerò a farlo con determinazione, tanto più ora, in questa fase pandemica, difficile anche per il nostro ospedale”, ha dichiarato Zanobini, che sarebbe accusato di abuso d’ufficio in relazione a tre concorsi. Tra gli indagati anche docenti delle università di Ancona e Milano.